Lì si che è una pacchia!

Una cartolina di Simonetta Viano

Lì si che è una pacchia!

“Il soccorso che ricordo sempre nitidamente è quello in cui c’era un’imbarcazione in difficoltà a cinque minuti da noi. Stavamo negoziando con la Guardia costiera libica per poter procedere con il salvataggio. Ci avevano detto precedentemente di stare in stand by, e che avevano loro il comando della scena, come pure ci aveva detto l’MRCC di Roma”, spiega. “Abbiamo parlato con la Guardia costiera libica cercando di offrire il nostro aiuto, visto che eravamo sulla scena. Ci hanno detto di non approcciare la barca in difficoltà, quindi abbiamo tentato di negoziare la possibilità di avvicinarci a queste persone e salvarle. È nostra responsabilità, in mare, e sarebbe la cosa giusta da fare a livello umanitario e legale”.
Seraine, mediatrice culturale di Medici Senza Frontiere

Fonte: Il Fatto Quotidiano