Finchè la barca va

Una cartolina di Roberta Esposito

Finchè la barca va

Viviana è a bordo di #Aquarius dallo scorso dicembre. Ne ha viste tante, come molti qui. “Ogni soccorso è differente: semplice, complesso, drammatico. Quello che resta impresso nella mia mente è il più tragico che abbiamo fatto, il 27 gennaio scorso: abbiamo perso diverse vite”, dice la soccorritrice. “Abbiamo recuperato a bordo dodici persone in stato di incoscienza. Nove erano bambini, bambini molto piccoli. Anche neonati. Siamo miracolosamente riusciti a rianimarli, ma abbiamo perso due donne: una di loro era la madre di un piccolo di sei mesi, che poi è rimasto a bordo con noi. Completamente solo”.

Angela Gennaro, per Il Fatto Quotidiano

Fonte: ll Fatto Quotidiano