Perché c’è tempo

Una cartolina di Noemi Bafumo

Perché c'è tempo

Esiste una alternativa al mediterraneo, la rotta migratoria più pericolosa al mondo
Sono i corridoi umanitari: un progetto-pilota, realizzato dalla Comunità di Sant’Egidio con la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e la Tavola Valdese ha come principali obiettivi evitare i viaggi con i barconi , che hanno già provocato un numero altissimo di morti, tra cui molti bambini; impedire lo sfruttamento dei trafficanti di uomini che fanno affari con chi fugge dalle guerre; concedere a persone in “condizioni di vulnerabilità” (ad esempio, oltre a vittime di persecuzioni, torture e violenze, famiglie con bambini, anziani, malati, persone con disabilità) un ingresso legale sul territorio italiano con visto umanitario e la possibilità di presentare successivamente domanda di asilo.
Arrivati in Italia, i profughi sono accolti a nelle strutture delle associazioni coinvolte o in appartamenti e vengono affiancati da operatori e famiglie “tutrici” che li affiancano nel percorso di inclusione.
Da febbraio 2016 a oggi sono già arrivate più di 1000 persone, siriani, etiopi ed eritrei.

Fonte: Comunità di Sant'Egidio