Il mare è salato, come le lacrime

Una cartolina di Korinna Sofie Rojnic

Il mare è salato, come le lacrime

“Dell’Italia non conosco molto. Non so come ci si trovi, come sia trovare un lavoro. Voglio andare in Danimarca, lì c’è la mia famiglia: io e mio fratello stiamo raggiungendo i nostri genitori che sono fuggiti oltre un anno fa. Non siamo partiti prima perché ho cercato di continuare a studiare, fino a che la situazione è diventata troppo grave e anche noi siamo scappati” .
Mohamed, 25 anni, siriano, studente di economia.

Fonte: Casa della Carità