Saluti dalla Libia

Una cartolina di Carlo Casaburi

Saluti dalla Libia

I volontari e gli operatori di Sos Mediterranée parlano di «una realtà inaccettabile, in contrasto con i valori fondamentali dell’Europa» e di «inferno libico». «Oggi l’urgenza assoluta – ha dichiarato la vicepresidente Sophie Beau – è andare a salvare in mare le persone che continuano a fuggire e di accompagnarle in un luogo sicuro, dove siano protetti e dove i loro diritti fondamentali di esseri umani vengano rispettati. In mancanza di un’adeguata risposta istituzionale europea alla perdurante crisi umanitaria al largo delle coste libiche – conclude – l’Aquarius continuerà la propria missione per tutto l’inverno senza sosta».

Fonte: Meridionews